L’arte di fare il presepe: consigli e suggerimenti per creare la tua natività

.......

Piccolo o grande, in un angolo o a padroneggiare tutto il salotto, all’interno della casa o sul davanzale della finestra, classico o moderno: ognuno il presepe lo fa un po’ come gli pare. Quello che rimane uguale per tutti è il messaggio che si vuole trasmettere, ricreando il momento della Natività: e cioè amore, gioia e serenità. Ecco alcune idee e consigli per realizzare un presepe tradizionale, coinvolgendo tutta la famiglia.


 

Capanne, animali e oggettistica varia

 
La scenografia è un elemento molto importante, anche in un presepe. Puoi usare un panno di feltro verde per il prato, da rivestire eventualmente con del muschio vero o artificiale, per dare a tutto sembianze ancora più reali. Per lo sfondo utilizza carta blu o un foglio di cielo stellato e posiziona già le luci, nascondendo i fili con gli altri elementi del presepio (montagne, casette, rocce, ecc.)

E la capanna?

Ovviamente sarà il fulcro della scena, quindi mettila in una posizione di rilievo e fa che sia ben visibile: al centro oppure a uno dei due lati, rivolgendo tutte le statuine in quella direzione, come se stessero effettivamente andando ad ammirare il Bambin Gesù. A seconda dello spazio che hai a disposizione scegli la misura che preferisci: sarà in base a questa che poi dovrai scegliere anche tutte le statuine, per non creare disarmonia nelle proporzioni.
 
capanne presepe
 
Puoi arricchire il presepe ricreando un vero paesaggio, fatto di elementi naturali come montagne, ruscelli, cascate, sentieri, vegetazione, ed elementi architettonici quali fontane, case, fattorie e ponti. Usa paglia, carta di giornale, stagnola, pezzetti di legno, sassolini e altri materiali, per dare vita alla tua natività.

Sbizzarrisciti e lascia andare la fantasia: e fatti aiutare da tutti i membri della famiglia, che potranno così dare il loro contributo.

I bambini, magari, possono posizionare le pecorelle, le galline e gli animali, oppure azionare la fontana dove la lavandaia va a lavare i panni.

Al papà toccherà la parte più difficile, quella di creare le montagne e fissare le luci. E la mamma coordinerà i lavori, disponendo le statuine lungo il percorso.
 

Statuine per presepe

 
I protagonisti principali sono tre: la Madonna, San Giuseppe e Gesù Bambino, che va aggiunto nella notte della Vigilia. Poi ci sono i Re Magi sui loro cammelli, il bue e l’asinello, i pastorelli, gli angeli e tutti gli abitanti di Betlemme che accorrono per omaggiare il nuovo venuto.

Puoi scegliere di fare un presepe minimal, inserendo solo poche figure, oppure puoi ricreare un vero e proprio villaggio e animarlo di persone.

statuine presepe

Ci sarà allora la lavandaia vicino allo stagno, il pastore con il suo gregge di pecore, il fornaio che macina la farina nel mulino, il ciabattino, i pescatori, i contadini, l’oste e moltissime altre statuine, per arricchire la tua “storia” di nuovi personaggi.

Puoi scegliere arti e mestieri che preferisci e optare anche per statuine in movimento, per rendere il presepe ancora più realistico.

Puoi anche prendere spunto dal nostro presepe gigante e chiedere consiglio ai nostri allestitori su come disporre al meglio gli elementi sulla scena!

la favola di natale

Per creare il senso dell’attesa, tipico di questo periodo, fai partire i Re Magi dal fondo del presepe e falli avanzare di qualche passo ogni giorno, fino a che giungeranno proprio vicino alla capanna per l’Epifania, il 6 gennaio.

Se realizzi il presepe per la prima volta, non preoccuparti di acquistare tutto subito. Parti dalle basi: la capanna, la natività, i Re Magi ed eventualmente qualche comparsa, meglio se tutte dello stesso stile. Ogni anno, poi, potrai ampliare la tua scena con nuovi inserimenti.

Adesso che hai tutte le informazioni base per creare il tuo presepe, non ti resta altro da fare che procurarti il materiale necessario. Vieni a visitare la stanza dedicata alla presepistica e lasciati ispirare da tutti gli accessori che trovi sulle scaffalature. Lì in mezzo c’è sicuramente quello che fa per te!

Ora che il presepe è fatto, tocca all’albero. Hai già scelto il tuo abete?

Tags: ,

Notizie correlate