Ricette per liquori casalinghi con le piante aromatiche

.......

Le piante aromatiche in cucina sono molto utilizzate, in particolare per insaporire piatti di carne o di pesce. Quello che forse non tutti sanno è che con le aromatiche puoi fare anche degli ottimi liquori casalinghi. Oggi vediamo alcune ricette che puoi replicare facilmente anche tu.

 

Liquori e tisane con il levistico

 

levistico

Detto anche sedano di monte, il levistico è un’erba aromatica dal profumo intenso e pungente. È molto usata in cucina, come misticanza o per il condimento di risotti, minestre e zuppe. Con i semi è possibile fare tisane depurative mentre dalla radice si ricava un liquore, ottimo come digestivo.
Metti 30 gr di semi di levistico in un po’ d’acqua bollente, lascia in infusione per qualche minuto poi filtra il decotto e gustalo, caldo o freddo, per usufruire dell’effetto digestivo, diuretico e depurativo di questa aromatica.

 

Limoncello all’erba luigia

 

erba luigia

Le foglie di questa pianta aromatica arbustiva hanno un gradevole profumo di limoncino e possono essere usate fresche per preparare un ottimo liquore.
Una volta raccolte e pulite 40 foglie, è necessario metterle in infusione con 250 ml di alcool e la buccia (solo la parte gialla) di un limone e lasciarle riposare per 15 giorni. Durante questo lasso di tempo ricordati di scuotere una volta al giorno il contenitore, quindi prepara uno sciroppo con acqua e zucchero facendo bollire 350 ml di acqua e 250 gr di zucchero. Quando si sarà raffreddato aggiungi l’infuso filtrandolo con una garza, per trattenere le bucce. Quindi versa il tutto in una bottiglia e lascia riposare altri 30 giorni prima di consumarlo.

 

Liquore all’assenzio della Bella Epoque

 

assenzio

L’assenzio, o artemisia o “manego maistro” in dialetto, è una pianta aromatica dalle molteplici proprietà medicamentose. Le radici hanno un’azione sedativa, in grado di rilassare il sistema nervoso; per questo è molto usata in cucina, soprattutto per la preparazione di tisane e decotti. Dai fiori e dalle foglie, invece, è possibile ottenere liquori, amari e aperitivi. Qui trovi la ricetta per preparare il liquore all’assenzio che sorseggiava Baudelaire e i poeti maledetti della Bella Epoque. Attenzione a non eccedere con le dosi, perché potrebbe avere effetti allucinogeni.

 

Grappa alla ruta

 

ruta

La ruta è una pianta erbacea perenne con bellissimi fiori di un giallo intenso, utilizzata per aromatizzare grappe e liquori officinali. La famosa grappa alla ruta è molto apprezzata e facile da preparare anche in casa. Ti basterà 1 litro di grappa, qualche rametto di ruta e un po’ di bicarbonato di sodio.
Prendi i rametti di ruta e lavali con acqua fredda mettendoli in immersione in un contenitore assieme a un cucchiaio di bicarbonato di sodio. Attenzione: usa sempre i guanti perché le foglie di ruta possono irritare le pelli sensibili. Asciuga quindi le foglioline con un panno di cotone e inserisci i ramoscelli nella bottiglia di grappa: dovrai poi lasciarli in infusione per almeno due mesi, avendo cura di riporre la  bottiglia chiusa in un luogo asciutto e al riparo da fonti di calore.

 

Liquore al mirto

 

mirto

Questa erba aromatica è tipica delle regioni mediterranee, dove cresce spontaneamente. Le foglie e le bacche vengono usate per insaporire carni, arrosti, pesce e salumi, ma l’uso più famoso di questa pianta è sicuramente il liquore al mirto. In Sardegna è tradizione comune prepararlo in casa, secondo la ricetta classica, con 1 kg di bacche di mirto, 1 litro di alcool puro 90/95°, 2 litri di acqua e 600 gr di zucchero.
Dopo aver pulito le bacche e averle lasciate appassire, inseriscile in un grande boccione che riempirai con l’alcool. Lascia macerare 40/50 giorni in un luogo buio quindi travasa il contenuto in un altro boccione e aggiungi lo sciroppo di acqua e zucchero, dopo che si sarà raffreddato. Mescola il tutto e lascia riposare per altri 15 giorni. Tra un passaggio e l’altro puoi filtrare il liquido con una garza di cotone, per trattenere eventuali bucce o sedimenti. Travasa quindi il liquore in bottiglie, meglio se di colore scuro, e riponile in un luogo fresco e asciutto, pronte per essere gustate dopo cena.

 

Se vuoi sorseggiare delle bevande o dei cocktail freschi, ecco altre interessanti ricette con le aromatiche.

 

Vuoi conoscere usi, proprietà e caratteristiche delle erbe officinali? Scarica la Guida gratuita qui sotto: contiene le schede di oltre 100 varietà di piante aromatiche.

 

scarica la guida alle piante aromatiche

Tags: ,

Notizie correlate