trattamento-acqua-piscina
L'esperto consiglia | 29/05/2018

Trattamento acqua piscina: da dove cominciare?

.......

Le belle giornate di sole fanno subito venire voglia di fare un tuffo in piscina. Se hai una vasca interrata o una piscina fuori terra, prima di dare il via alla stagione devi effettuare alcune operazioni di trattamento acqua. Ecco quali sono.

Trattamento piscina con flocculante

 

Il flocculante è un liquido completamente solubile che aiuta a mantenere l’acqua cristallina, aumentando il potere filtrante del filtro a sabbia. È quindi consigliato effettuare un trattamento con questo prodotto, prima di iniziare a usare la piscina. Inserisci negli skimmer o nelle pompe dosatrici una dose iniziale di AQUAKLAR FLOCCULANTE pari a 30 cc per metro cubo di acqua e azionando il motore in modalità “filtrazione” per almeno 4-6 ore. In questo modo tutto lo sporco che si è accumulato nei mesi di inutilizzo si depositerà sul fondo della piscina e potrai aspirarlo facilmente, con l’apposita spazzola di fondo, mettendo il filtro in scarico.

Il trattamento va poi ripetuto con regolarità ogni settimana e dopo ogni temporale per le piscine scoperte, seguendo i dosaggi riportati sull’etichetta.

 

Alghicida per prevenire le alghe in piscina

 

Durante l’inverno possono essersi formate delle alghe, sulle pareti e sul fondo della piscina. Le spore vengono trasportate dal vento e dalla pioggia, quindi è facile che si formino anche una volta aperta la piscina. Per eliminarle ed evitare che ritornino, versa 3 litri di ALGASAN per ogni 100 metri cubi di acqua e ripeti l’operazione, con le dosi indicate sulla confezione, ogni settimana e dopo ogni temporale.

 

Regolazione del pH

 

Il corretto equilibrio dell’acqua è fondamentale per garantirti una disinfezione efficace della piscina e per assicurare il corretto funzionamento di tutti i prodotti per il trattamento acqua piscina. Per controllare che l’acqua sia alle condizioni ottimali, verifica che il valore del pH sia compreso tra 7.2 e 7.6 utilizzando un KIT TESTER. Nel caso di alterazioni, effettua le opportune operazioni di abbassamento o innalzamento del valore con prodotti specifici come PH MINUS (per abbassare il pH nel caso di elevata alcalinità dell’acqua) e PH PLUS (per alzare il pH quando l’acqua risulta troppo acida).

Questo trattamento va effettuato all’apertura della piscina, dopo la pausa invernale, e va ripetuto periodicamente secondo le necessità.

Considera che il pH della piscina tende comunque ad alzarsi con la temperatura e con la clorazione, quindi se il valore che ti è risultato dal test è leggermente inferiore a quello consigliato prova ad aspettare qualche giorno per vedere se risale da solo.

 

Clorazione shock

 

Il cloro permette la disinfezione e la purificazione dell’acqua di piscina. È quindi un prodotto molto efficace per avere acqua sempre limpida e igienizzata, ed è indispensabile per il trattamento chimico di inizio stagione se nella vasca c’è ancora l’acqua dell’anno precedente.

Con la clorazione shock vai a sterilizzare ogni componente della piscina (dalle pareti agli skimmer, dai filtri al fondo vasca) rimuovendo impurità e batteri che una pulizia manuale o con pulitori automatici non riuscirebbero a togliere.

Come effettuarla? Versa una dose di cloro shock, cioè molto elevata rispetto alla norma. Se utilizzi CLORO GRANULARE tieni conto di 5/10 grammi di prodotto per metro cubo d’acqua. Il cloro granulare deve essere versato in un contenitore con acqua e mescolato fino al suo completo scioglimento, quindi aggiunto all’acqua della piscina. Se non effettui quest’operazione rischi che i granuli si depositino sul fondo, macchiando irreparabilmente il liner della tua piscina fuori terra. Se invece usi IPOCLOR PFS per il trattamento d’urto iniziale, versa 5 litri di prodotto ogni 100 metri cubi d’acqua direttamente nella vasca.

La superclorazione va ripetuta di norma ogni 15 giorni e sempre dopo un temporale, per eliminare definitivamente i microorganismi presenti nell’acqua.

 

Per la lista completa dei passaggi da effettuare a inizio stagione e per altri consigli utili sulla manutenzione della piscina, ti consigliamo di scaricare la Guida che trovi qui sotto. È GRATIS e puoi consultarla facilmente anche dallo smartphone.

guida manutenzione piscina

Tags:

Notizie correlate