Ciclamino: esposizione, annaffiatura e terriccio

.......

Il ciclamino è una delle piante più diffuse nelle nostre case. Viene scelto perché grazie alle numerose tonalità, che vanno dal bianco al rosso in tinte uniformi, screziate o bicolore, dona un tocco di colore all’ambiente circostante. Inoltre, il ciclamino è perfetto sia da coltivare in casa sia all’esterno, dove lo puoi piantare nel giardino oppure in vasi e fioriere sul balcone, perché è molto resistente. Esistono addirittura dei ciclamini invernali che possono sopportare temperature sotto zero. Scopriamo insieme come curare i ciclamini partendo da esposizione, annaffiatura e terriccio. 

Caratteristiche e varietà della pianta di ciclamino

Il ciclamino possiede foglie cuoriformi di colore verde intenso con macchie e venature più chiare (a volte argentate) e caratteristici fiori a 5 petali, posizionati all’apice di lunghi steli. La fioritura avviene in estate e autunno inoltrato attraverso fiori di varie tonalità di rosa, viola, rosso e bianco. Esistono molte varietà di ciclamino che si caratterizzano per la grandezza del fiore (piccolo 2-4 cm; medio 3-5 cm; grande 5-7 cm).
Ecco un esempio di alcune delle nostre varietà diversissime per colori e grandezza.

  • Il Super Serie Compact e il Super Serie Verano hanno steli robusti e fiori di piccole dimensioni che creano una chioma densa e arrotondata. Entrambi prediligono il caldo, in particolar modo la seconda varietà di ciclamini è adatta per la coltivazione estiva.
  • L’Allure è un ciclamino dai fiori di medie dimensioni con un portamento particolare: tende a svilupparsi a spirale formando una fitta chioma di foglie da cui sbucano gli steli con i fiori.
  • L’Halios, invece, possiede fiori grandi e fa parte dei ciclamini “sfumati” perché il colore del fiore parte intenso alla base e poi sfuma man mano che si arriva alla sommità. 

Cura del ciclamino 

Esposizione 

Come abbiamo visto, esistono molte varietà diverse di questa pianta. Puoi scegliere tra un ciclamino da esterno, più resistente alle basse temperature e adatto come bordura nel giardino, oppure ciclamini in vaso da collocare sul balcone, sul terrazzo o da tenere in casa. In una pianta a fioritura invernale come il ciclamino, l’esposizione diretta del sole può causare danni. Se decidi di tenerlo in giardino, ti consiglio di piantarlo all’ombra di altra vegetazione, mentre se lo tieni in vaso è sempre meglio una zona fresca e a mezz’ombra. Il clima ideale è quello mite, cioè con temperature tra i 6° e 18°. Questa pianta è resistente al freddo, però bisogna fare attenzione alle gelate invernali.

Annaffiatura 

In inverno la pianta richiede maggior quantità di acqua perché è il periodo della fioritura, per questo motivo è meglio che la annaffi ogni due o tre giorni. All’opposto, il ciclamino in estate è in una fase di riposo vegetativo e quindi necessita di un minor apporto di liquidi. Sempre in estate, ricordati di eliminare le foglie e i fiori secchi. In ogni caso, è bene non lasciare mai il terriccio troppo asciutto o con ristagni ed evitare di bagnare la chioma per non avere muffe. 

Terriccio 

Scegli un terriccio per piante acidofile perché il ciclamino predilige terreni acidi e ricchi di sostanze nutritive. Inoltre assicurati che il suolo sia ben drenato e utilizza un concime specifico per ciclamini. 

 

Vuoi avere altre informazioni sulla cura dei ciclamini? Ti aspettiamo alla mostra dedicata, che si terrà nel nostro vivaio da Sabato 12 a Domenica 27 Ottobre

Tags: ,

Notizie correlate