5 ortaggi da piantare anche a settembre

.......

“Oltre alla lattuga, quali altri ortaggi posso piantare a settembre?”
È una domanda che in queste settimane ci state rivolgendo in tanti. Fare l’orto autunnale permette di coltivare moltissimi ortaggi, per averli pronti da gustare subito o di qui a qualche mese. Vediamo per cosa c’è ancora tempo.

Orto autunnale: verdure da piantare a settembre

 

  1. Broccoletti: ricchi di fibre, proteine e vitamine, aiutano il corpo a eliminare le tossine e sono particolarmente indicati per chi soffre di anemia. I broccoletti resistono bene al gelo invernale, puoi quindi piantarli anche a settembre, sicuro di vederli poi spuntare nell’orto verso gennaio/febbraio. Speciali la varietà di Custoza e il broccoletto di Creazzo, che proprio grazie al freddo diventa più tenero e saporito.
  2. Cavolfiore: c’è quello arancio, ricco di betacarotene e vitamina A, quello verde che contiene acido folico, quello bianco dalle proprietà antianemiche e disintossicanti, quello rosa e quello viola, ottimi come antinfiammatori perché ricchi di antocianine. C’è quello romanesco precoce e tardivo, dalla forma insolita con frutti piramidali, ideale per chi soffre di anemia in quanto stimola la produzione di globuli rossi. Insomma, c’è l’imbarazzo della scelta, tra le specie di cavolfiore che puoi piantare nell’orto a settembre. I tempi di raccolta variano dai 65/70 giorni del romanesco precoce ai 90/100 del cavolfiore rosa.
  3. Cavolo cappuccio: una verdura che non può mancare sulla tua tavola, in questi mesi. Offre un ottimo apporto di vitamina A, C e B ed ha effetti positivi sulla digestione e sul sistema immunitario. Mangiare il cavolo cappuccio crudo, in una delle tante varietà disponibili, aumenta ulteriormente i suoi benefici nutritivi, quindi è perfetto per le insalate autunnali. Le piantine di cavolo cappuccio rosso, ad esempio, crescono in 50/55 giorni e poi sono pronte da mettere in tavola.
  4. Radicchio: si tratta di un ortaggio che fa molto bene alla salute. È ricco di vitamine B e C, contiene potassio, magnesio e calcio. Inoltre, in quanto ricco di acqua, è depurativo, digestivo e antiossidante. Tutte le varietà, dalle precoci alle tardive, possono essere trapiantate in settembre. I tempi di raccolta variano in base alla specie: il radicchio Lusia medio e il radicchio di Treviso medio-tardivo vengono pronti in 70/90 giorni. Per il radicchio Rosa di Verona e il radicchio di Treviso da forzare è necessario attenderne 110/130.
  5. Verze: hanno ottime proprietà analgesiche, antinfiammatorie, decongestionanti e antisettiche. Sono ricche di vitamina A, C e K, proteine e lipidi. Ci mettono qualche mese a svilupparsi, ma poi regalano un gusto inconfondibile alle tue pietanze invernali. Nel nostro garden trovi diverse varietà di verza: la Michelina e la Michelotta, tipiche di Verona, la verza bianca media Savonarch, che arriva a pesare fino a 2/3 kg e ha foglie bollose e testa rotonda, la verza bianca precoce, che puoi piantare già a giugno, e la verza bianca tardiva che resiste molto bene al gelo.

Sapere quando piantare gli ortaggi è fondamentale, per calcolare le giuste tempistiche per il trapianto. Altrettanto importanti, però, sono l’esposizione, la frequenza della concimazione e la distanza minima da lasciare tra le piante. Solo rispettando queste indicazioni potrai veder crescere in maniera rigogliosa le tue verdure.

Non sai dove recuperare queste informazioni?

Ti aiutiamo noi: abbiamo raccolto tutto quello che c’è da sapere sull’orto autunnale in una Guida che puoi scaricare gratuitamente qui sotto.

scarica la guida orto autunnale

Tags: ,

Notizie correlate